Sintomi della depressione maggiore: descrizione

Sintomi della depressione
La depressione maggiore influenza in modo significativo la famiglia di una persona e le relazioni personali, il lavoro, il sonno, le abitudini alimentari e, in generale, la salute.
L’impatto sulla salute e sul benessere è stato paragonato a quello di altre patologie croniche come il diabete.
Una persona che ha un episodio depressivo maggiore di solito presenta un umore molto basso che pervade tutti gli aspetti della vita e un’incapacità di provare piacere in attività che in precedenza erano piacevoli.
Le persone depresse possono essere preoccupate, rimuginano sopra, hanno pensieri e sentimenti di inutilità, senso di colpa inappropriati o rammarico, impotenza, disperazione e odio di sé stessi. Nei casi più gravi, le persone depresse possono avere sintomi di psicosi. Questi sintomi comprendono deliri o, meno frequentemente, allucinazioni , di solito sgradevoli. Altri sintomi della depressione includono la scarsa concentrazione e la poca memoria, vengono evitate situazioni e attività sociali, riduzione del desiderio sessuale , irritabilità, pensieri di morte o di suicidio ed insonnia.
Nel modello tipico, una persona con il disturbo della depressione si sveglia molto presto e ha difficoltà a riaddormentarsi oppure, al contrario, dorme troppo. E’ da sottolineare, però, che alcuni antidepressivi possono causare insonnia per il loro effetto stimolante.
Una persona depressa può riferire sintomi fisici come stanchezza, mal di testa o problemi digestivi; i disturbi fisici sono quelli più comuni. L’appetito spesso diminuisce, con conseguente perdita di peso, anche se l’aumento dell’appetito e l’ aumento di peso si può verificare di tanto in tanto. Sia la famiglia sia gli amici della persona che ha il disturbo possono notare che il suo comportamento è agitato oppure letargico .
Le persone anziane depresse possono avere sintomi cognitivi di recente insorgenza, come la dimenticanza ed un rallentamento più evidente dei movimenti. Inoltre, la depressione coesiste spesso con i disturbi fisici comuni tra gli anziani, come ictus, altre malattie cardiovascolari, il morbo di Parkinson e la malattia polmonare ostruttiva cronica .
I bambini depressi spesso possono visualizzare un umore irritabile, piuttosto che uno stato d’animo depresso, e mostrare sintomi che variano a seconda dell’età e della situazione. La maggior parte perde interesse per la scuola e mostra un calo nel rendimento scolastico. Essi possono essere descritti come appiccicosi, esigenti, dipendenti o non sicuri. La diagnosi può essere ritardata o persa quando i sintomi sono interpretati come normali sbalzi d’umore.

CHI SIAMO: Tutti gli Articoli di questo Sito sono curati dal Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - Iscritto al 1632 dell'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia. Le informazioni fornite su questo portale sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio diretto di uno Specialista. * Ultima revisione degli articoli e dei contenuti: 4 ottobre 2018 * PER CONTATTI: Via Magenta, 64 CASARANO (Lecce) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2018 Frontier Theme
WhatsApp chat