Ansia da prestazione: cosa fare

Cosa fare per l’ansia da prestazione sessuale

Si può fare riferimento a 3 metodi: sentire il piacere, cambiare il modo di avere rapporti sessuali e sapere quando è il momento di chiedere un aiuto ad un professionista.
L’ansia di prestazione sessuale può colpire sia uomini che donne e si manifesta in varie forme, da timori infondati relativi a conseguenze sessuali (gravidanza, malattie sessualmente trasmissibili e vergogna) alle opinioni estremamente critiche su sé stessi. La combinazione di questi pensieri e sentimenti negativi con il rapporto sessuale induce il corpo a rilasciare gli ormoni dello stress che interferiscono con le prestazioni e l’eccitazione sessuale. La mancata esecuzione può causare ancora più ansia, risultando così un circolo vizioso. Imparare a rompere il ciclo dell’ansia aiuterà entrambi i partner ad avere una vita sessuale sana ed un rapporto sessuale più sereno.
Metodo 1:
-Discutere dell’ansia con il proprio partner, cercando di esporre le proprie sensazioni e di lavorare nel cercare una soluzione a questi disturbi.
-Essere vulnerabili. Quando ci si rende conto che il partner non vi giudica né vi guarda con sospetto, allora è possibile iniziare ad avere fiducia nel rapporto e in sé stessi.
-Fidarsi del partner. Alcuni esperti ritengono che l’ansia relativa a prestazioni sessuali può avere radici nell’ansia sociale. Tutti i pensieri tipicamente associati con l’ansia da prestazione sessuale, come vergognarsi del proprio corpo o sentirsi poco femminili, si riferiscono alla paura del giudizio altrui. Anche se richiede tempo e fatica, la terapia individuale o di una coppia può aiutare a sbarazzarsi di insicurezze.
-Avere fiducia. Ricercare ciò che si ama di sè stessi e del proprio corpo. Secondo gli esperti, se ci si sente insicuri circa il proprio peso, aspetto, o qualsiasi altra caratteristica fisica, il primo passo per superare questi problemi di autostima è quello di accettare se stessi: un essere umano incredibile che merita di essere felice.
-Sei molto più di una creatura sessuale. Pensate alle qualità positive che il vostro partner vede in voi e sentitevi orgogliosi.
-Ricordati chi sei. Una delle cause più comuni dell’ansia legata alla prestazione sessuale è quello di sentirsi male o in colpa per le proprie fantasie sessuali, in quanto vi è il timore che queste fantasie definiscono la persona. Gli esperti concordano sul fatto che fantasticare su un determinato atto o anche una persona specifica, non significa necessariamente di non avere nessuna intenzione di mettere tali fantasie in pratica nella vita reale.
-Parlare con il proprio partner su ciò che vi piace , apertamente e onestamente, chiedendogli di fare lo stesso. Non c’è niente di male ad avere fantasie e desideri sessuali.
Metodo 2: Cambia il modo di fare sesso
-Praticare la respirazione profonda. Prima di avere rapporti sessuali, trascorrere del tempo concentrandosi sulla respirazione. Utilizzare questo tempo per sbarazzarsi di tutti i pensieri che possono distrarvi o causare ancora più ansia. Se non è possibile allontanare lo stress quotidiano, cercare di avere il rapporto sessuale in un giorno meno stressante. Quando non è possibile svuotare la mente dai problemi, si prova sempre più ansia e stress.
-Meditare prima del rapporto sessuale può anche aiutare, in quanto questa tecnica è nota per far alleviare l’ansia.
-Non avere fretta. Alcuni medici e terapeuti sessuali consigliano, prima di un rapporto sessuale, i preliminari, in modo da entrare in un’atmosfera giusta. Inoltre, è preferibile accarezzare il proprio partner, prendendo il tempo necessario per sentirsi a proprio agio e soddisfare le esigenze dell’altro.
-Focalizzare l’attenzione sul proprio partner. Durante un rapporto sessuale, è opportuna la pratica della consapevolezza, concentrandosi sulle sensazioni di ogni parte del corpo e con il proprio partner. Si può raggiungere il piacere nello stesso atto sessuale ma non si raggiunge l’orgasmo. In questi casi è opportuno prendere del tempo e permettere a voi stessi, non importa cosa succede.
-Sbarazzarsi delle aspettative.
-Comunicare con il partner durante il rapporto sessuale. Godetevi ogni sensazione che si ha con il proprio partner e comunicare con lui durante questa esperienza. La comunicazione può ridurre notevolmente l’ansia e far sì che vi permetta di essere tranquilli durante il rapporto sessuale. E, inoltre, comunicare al proprio partner quando siete felici.
-Smettere di fare sesso per un po’ di tempo. Spesso, i sessuologi consigliano alle coppie di astenersi dai rapporti sessuali fino a quando il partner interessato non supera l’ansia legata alle prestazioni.
Metodo 3: Un aiuto professionale

CHI SIAMO: Tutti gli Articoli di questo Sito sono curati dal Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - Iscritto al 1632 dell'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia. Le informazioni fornite su questo portale sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio diretto di uno Specialista. * Ultima revisione degli articoli e dei contenuti: 4 ottobre 2018 * PER CONTATTI: Via Magenta, 64 CASARANO (Lecce) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2018 Frontier Theme
WhatsApp chat