Trattamento e cura dell’ansia da prestazione: come sconfiggerla e superarla

COME SCONFIGGERE E SUPERARE L’ANSIA DA PRESTAZIONE SESSUALE: TRATTAMENTO E CURA

Si potrebbe pensare che la risposta a questa ansia sia quello di prendere tranquillanti , ma non c’è niente di più sbagliato; infatti i tranquillanti servono solo ad alleviare i sintomi, ma passato l’effetto tutto ricomincia da capo. Sono i metodi psicologici a ridurre l’ansia – come la consulenza , la psicoterapia e specifiche tecniche anti-stress – riducono l’ansia e rendono la vostra vita sessuale molto più piacevole.
Molti partner che non riescono a raggiungere un orgasmo durante il rapporto sessuale, non hanno alcun problema fisico sottostante, invece , il problema può essere dovuto in parte o in tutto alla preoccupazione di non essere in grado di eseguire bene l’atto. E’ proprio l’ansia ad impedire di godere appieno della situazione. La prima cosa da notare è che l’ansia, distrae e impedisce di interagire sessualmente con il partner. Spesso , quando le persone sono preoccupate dal sesso, non prestano la dovuta attenzione ai pensieri e alle risposte più erotiche che tipicamente accompagnano il relativo successo sessuale. Così, invece di pensare eroticamente , si può iniziare a pensare e rimuginare su quanto terribile sarebbe non riuscire a compiere l’atto, come questo sarebbe una ricaduta negativa sulla vostra mascolinità o femminilità , e ciò che il vostro partner potrebbe pensare.
Tale pensiero produce ansia da prestazione. L’ansia è un’emozione orientata al futuro in cui si catastrofizza sulle conseguenze di un possibile evento futuro. Nel caso dell’ ansia da prestazione sessuale, l’evento in questione è la mancata performance sessuale e le conseguenze catastrofiche percepite sono la perdita del rispetto di sé e la paura di cosa pensano gli altri, soprattutto il vostro partner sessuale. Così forse si pensa che un uomo deve avere un’erezione , o che una donna deve avere un orgasmo, e magari tralasciando la questione prettamente biologica e ovvia che avere un’erezione o un orgasmo non è una condizione necessaria dell’ essere uomo o donna.
Se si comincia a pensare che tutto debba avvenire in modo meccanico, è come se paragonassimo un uomo ad un orologio. Un orologio non ha libero arbitrio. I suoi movimenti sono puramente meccanici, un orologio non ha soggettività , non è cosciente di sé , ma voi lo siete.
Il tuo ” malfunzionamento ” non è nella parte meccanica, non è nel vostro pene o nella vagina , non è un malfunzionamento della vostra zona erogena ; si tratta piuttosto di un insieme di pensieri irrazionali che creano ansia da prestazione che a sua volta porta alla mancanza di orgasmo.
Una parte importante dell’ ansia da prestazione è la paura di ciò che gli altri penseranno di voi, soprattutto il vostro partner sessuale , se non si riesce ad eseguire un rapporto sessuale soddisfacente; si comincerà a pensare che il vostro partner non riuscirà a vedervi più sexy o che penserà che non siate un ” vero uomo ” o ” donna vera “.
Bisogna ricordare che il vostro valore non dipende dal fatto che riusciate o meno a raggiungere un orgasmo. Anche in questo caso , non sei un semplice meccanismo, tu sei un essere in grado di pensare , ragionare , agire , sentire il desiderio e il senso. Tu sei un essere auto- determinato , un essere che può decidere autonomamente le cose, è quindi hai anche un valore intrinseco: la dignità. Quindi bisogna rispettare se stessi. Comunque , non è veramente terribile , se non si riesce ad avere un orgasmo o non si può avere un’erezione, almeno non è al livello di una fusione nucleare o di un terremoto , in cui migliaia di persone periscono, e non è l’equivalente di un omicidio o uno stupro.
Infine , non si può controllare ciò che gli altri pensano di te. È il vostro partner che deve essere soddisfatto di te. D’altra parte si può avere un notevole controllo sull’esperienza sessuale. Si possono fare pensieri erotici , toccare, sentire …
La ricerca della gratificazione sessuale non dovrebbe di per sé essere trasformata in una fonte di dolore.
Allora cosa fare per l’ansia da prestazione sessuale ?Ecco, in sintesi, alcune cose che si possono fare:

* Finire di definire se stessi in base ad un orgasmo. Tu sei molto di più !
* Rispettare la tua dignità e il valore di un essere umano;
* Smettere di preoccuparsi di ciò che gli altri pensano di te ;
* Concentrarsi invece su ciò che si può controllare , il tuo mondo personale di pensieri erotici , fantasie , sensazioni e sentimenti ;
* Smettere di pensare a quanto sia deprimente non avere un orgasmo

CHI SIAMO: Tutti gli Articoli di questo Sito sono curati dal Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - Iscritto al 1632 dell'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia. * Le informazioni fornite su questo portale sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio diretto di uno Specialista. PER CONTATTI: Via Magenta, 64 CASARANO (Lecce) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2017Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2017 Frontier Theme